29
Giu
2015
0

Torta di carote vegan

Sono appena rientrata da una gita a Londra, per festeggiare il mio compleanno. L’ultimo anno da ventenne mi si è aperto davanti a suon di camminate da 20 km al giorno, occhiaie perenni per le poche ore di sonno e la pancia gonfia per il troppo junk food! Non male. Tengo ancora botta!

Londra mi ha aperto gli occhi su un mondo molto diverso dal mio: gente che corre, compra, lavora, mangia, balla. Gente. Gente dappertutto. Un caleidoscopio di colori e suoni senza fine, sempre in movimento.
Non posso dire che sia la mia città preferita, anzi. Sono bastati 4 giorni per esaurire le mie batterie, tanto che da quando sono tornata ho sempre un gran sonno!
Ho mangiato un sacco di porcherie lassù. Ho capito che non hanno un gran culto del cibo, ma che noi veg ce la possiamo cavare bene. Tra pochissimo un post recensione della mia vacanza, per dare qualche dritta a chi ha in programma un viaggetto nella capitale britannica.

Nonostante non abbia amato il cibo a Londra, da una cosa resto sempre conquistata: la torta di carote.
Sono completamente rapita da quel dolce. Lo so, non dovrei dirlo perchè è un concentrato di schifezze, ma la torta di carote di Starbucks mi fa impazzire.
Ne faccio una versione alta e cicciona simile a quella, ma per restare più leggera ho deciso di riprodurne subito una a casa, molto più digeribile e morbida: la mia torta di carote vegan.

Si tratta di una torta senza uova e burro, quindi assolutamente priva di colesterolo.
È un dolce molto ricco al palato perchè contiene frutta secca e cannella, che conferiscono un sapore rotondo e pieno.
Allo stesso tempo è un dolce soffice, che si mantiene buono e umido per giorni…se riesci a non finirlo prima!

La torta di carote vegan è un dolce perfetto per la colazione o per la merenda da portare a scuola o a lavoro.
L’unica accortezza è quella di tenerla in frigo per non rovinare il frosting, oppure aggiungerlo di volta in volta sulla fetta.
A proposito della copertura, ho optato per una glassa al formaggio spalmabile vegan, che risulta molto più leggera rispetto al classico frosting al burro.

Ora scusa, ma una fetta di torta di carote vegan mi sta tentando da troppo tempo, devo andare! 🙂
Buona merenda a tutti!

 

Cosa ti serve?

Ingredienti per una pirofila da 20 cm:

Per la torta:
– 50 farina mandorle
– 200 farina 0
– 100 zucchero di canna
– 200 g carote
– 30 fecola di patate
– 1 busta di lievito da 12 g
– 40 g di noci
– 40 g di mandorle
– 200 latte di soia
– 20 olio di riso
– scorza di limone
– cannella
– 1 pizzico di sale

Per la copertura:
– 125 g formaggio vegan spalmabile (in base alle marche potresti averne bisogno di più, ma una confezione è sufficiente)
– 30 g zucchero a velo
– vaniglia un pizzico (in bacca o polvere)
– pistacchi

Preparazione

Per realizzare la tua torta di carote vegan, devi iniziare dall’ingrediente principe della ricetta: le carote.
Lava e pulisci le carote, eliminando la buccia esterna. Utilizzando una grattugia, tagliale a piccole stricioline.

In una ciotola setaccia la farina e la fecola, aggiungi la farina di mandorle, lo zucchero, il lievito, il sale e la cannella. Dai una bella mescolata per amalgamare gli ingredienti e poi inizia ad aggiungere gli ingredienti liquidi: latte e olio.
Mescola bene per ottenere una pastella omogenea e liscia.
Aggiungi ora le carote che avevi preparato, mescolando ancora.

Ungi lo stampo o coprilo con carta forno, riempilo con il composto ed inforna a 180° per circa 40 minuti o fino a doratura.

Per decorarla ho usato una copertura al formaggio spalmabile vegan, molto semplice da realizzare e molto più leggera rispetto al classico frosting al burro.
Ho unito il formaggio vegan allo zucchero a velo e alla vaniglia. Ho mescolato bene ed ho coperto la torta già fredda con il composto.
Ho pulito inoltre una manciata di pistacchi, li ho triturati grossolanamente e li ho adagiati sulla copertura.

La torta di carote vegan è pronta!

N.B. La copertura al formaggio spalmabile vegan andrebbe conservata in frigo. Per questo consiglio di servire la torta con la glassa a parte, se non si è sicuri di finirla subito, oppure si rischia di farla inacidire.

Consigli

– Se preferisci una torta più alta, utilizza uno stampo leggermente più piccolo. Prolunga la cottura (facendo sempre la prova dello stecchino) e non alzare la temperatura del forno.
– Per diminuire un po’ lo zucchero puoi aromatizzarla con del succo d’arancia, naturalmente dolce.
– Per dolcificare la torta di carote vegan puoi utilizzare anche del malto o un altro tipo di dolcificante come lo sciroppo d’agave o d’acero, se vuoi provare un’alternativa allo zucchero.
– Lascia riposare ed intiepidire la torta prima di servirla.
– Per avere una torta più leggera, l’ho coperta con uno strato sottile di glassa al formaggio, ma se sei un’amante delle glasse raddoppia le dosi indicate sopra e crea il classico strato alto.
– Ricorda di conservare in frigo l’intera torta se l’hai coperta con la glassa al formaggio spalmabile.


Ti è piaciuto?

E il tuo dolce preferito qual è? Ami anche tu la torta di carote vegan? Fammi sapere cosa ne pensi con un commento!
Se ti piacciono queste ricette, iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato e condividile con i tuoi amici con i pulsanti qui sotto!

You may also like

Karmaveg approda su Crudo Style
Fagottini salati di pasta brisè vegan con cime di rapa e crema di cannellini piccante
Fagottini salati di pasta brisè con crema piccante di cannellini
Torta al mandarino cinese vegan, torta senza uova e senza burro soffice
Torta al mandarino cinese (senza uova e senza burro)
Riso pilaf speziato con nergi vegan
Riso pilaf speziato con nergi