16
Mar
2016
3
rollè vegetariano di Pasqua ripieno di cime di rapa

Rollè di Pasqua

In questi giorni mi sento davvero elettrica: ho davanti a me una settimana (e dico UNASETTIMANA!) di ferie, ho tutto il tempo da dedicare alla cucina e fuori il sole inizia a fare capolino. Il mondo mi sorride! 🙂 In più ho avuto occasione di fare delle conversazioni interessanti con alcuni amici vecchi e nuovi che mi hanno dato una grande carica e qualche progetto sembra farsi sempre più vicino.

Ma bando alle ciance: parliamo di cucina!
Nei prossimi giorni voglio condividere con te qualche idea per il pranzo di Pasqua.
Non ho molta voglia di festeggiare questa ricorrenza, perchè mi riporta ai brutti momenti dello scorso anno. Quello che voglio fare, però, è stare con la mia famiglia e trovare qualcosa per cui sorridere insieme, anche in quel giorno. E non c’è miglior modo che mangiare insieme un buon pasto per avere di che sorridere.

Come forse ho già detto, la nostra cultura ci porta ad associare un pasto importante all’utilizzo di grandi pezzi di carne. A Pasqua c’è l’agnello, a Natale il cappone, nelle grandi cene pesci e crostacei…servire delle polpette vegetariane farebbe sembrare ai più che la nostra tavola sia povera (che di per sè non è un male!) e banale.
Per questo ho pensato che per dare un tocco nostrano al pranzo di Pasqua un rollè vegetariano sarebbe stato perfetto! E il bello è che abbiamo reso “sontuoso” un secondo piatto fatto di legumi…alla faccia di chi dice che non si può!

Il rollè di pasqua di questa ricetta è fatto con legumi e farina di glutine e contiene al suo interno un ripieno goloso di cime di rapa e pomodori secchi.
Come al solito, si tratta solo di una tra le mille idee per il ripieno che puoi sostituire con una farcia ai carciofi, agli asparagi, al cavolo nero o erbe di campo.

Il bello di questo rollè è che si può preparare in anticipo, così nel giorno di festa non dovremo fare altro che dedicarci ad amici e parenti.
La preparazione non è complessa, ma si compone di diverse fasi, quindi ti suggerisco di realizzare la ricetta con calma e tempo a disposizione.

Ho utilizzato delle farine di legumi ed ho aggiunto del glutine in farina per ottenere una consistenza più corposa e compatta simile al seitan o al muscolo di grano.
Si cuoce infatti in acqua bollente, come il seitan, ma è ancora più buono se ripassato in padella o arrostito in forno, in modo che sviluppi una certa croccantezza.

Un’idea per il primo piatto l’ho già pubblicata la scorsa settimana con i conchiglioni ripieni su salsa di spinacini, ma condividerò qualche altra idea anche per il primo.
La vera sorpresa sarà la colomba vegana, che merita davvero una menzione speciale ed è semplicissima da realizzare.
Quindi non perdere i prossimi articoli!

Intanto eccoti la ricetta del rollè di Pasqua e tanti baci!

rollè vegetariano di Pasqua ripieno di cime di rapa

Cosa ti serve?

Ingredienti per 5/6 persone:

– 150 g glutine
– 70 g farina di ceci
– 70 g lenticchie rosse
– 1 presa di sale
– spezie: noce moscata, pepe, paprika dolce, mix per arrosti (rosmarino, salvia, ecc)
– 1 cucchiaio di lievito alimentare in scaglie
– acqua qb (indicativamente 250/300 g)
– 400 g cime di rapa pulite
– 1 spicchio d’aglio
– 1 peperoncino poco piccante
– 7/8 pomodorini secchi sott’olio
– olio extra vergine d’oliva

Attrezzatura:

Tritatutto (io ho questo!)

rollè vegetariano di Pasqua ripieno di cime di rapa

Preparazione

Per prima cosa prepara il brodo in cui cuocerai il rollè.
Utilizza cipolla, sedano, carota e alga kombu.

Poi inserisci in un tritatutto le lenticchie rosse secche e tritale fino ad ottenere una farina.
Per ottenere una consistenza non del tutto omogenea, ne ho tritate 40g in farina e 30g più grossolane.

In una ciotola inserisci il glutine, la farina di ceci, ciò che hai ottenuto dalle lenticchie, una presa di sale, il lievito alimentare, le spezie e mischia il tutto dapprima a secco e poi inizia ad aggiungere acqua fino ad ottenere una pallina di impasto elastica.
Lascia riposare l’impasto una decina di minuti.

Intanto prepara il ripieno del rollè.
Lava e pulisci le cime di rapa, eliminando i gambi più duri e tagliando foglie e gambi a pezzi grossolani.
Scalda un giro d’olio in una pentola antiaderente profumandolo con uno spicchio d’aglio e del peperoncino fresco poco piccante. Ora fai rosolare le cime di rapa con una presa di sale, aggiungi se serve un mestolo d’acqua o brodo e lasciale appassire per un decina di minuti prima di spegnere il fuoco.
Intanto taglia i pomodori secchi a dadini.

Appoggia l’impasto su un foglio di carta da forno spolverato con della farina di ceci, metti della farina anche sopra e un altro strato di carta da forno. Ora stendi l’impasto con il matterello formando un rettangolo di circa 1/2 cm di altezza.
Disponi le cime di rapa sull’impasto lasciando qualche centimetro vuoto all’estremità superiore e adagia i pomodori secchi più uniformemente possibile.
Aiutandoti ancora con la carta da forno avvolgi l’impasto su se stesso dal basso verso l’alto, in modo che la parte che hai lasciato vuota si chiuda per ultima.
Chiudi con le mani anche le estremità laterali.

Ora chiudi il rollè all’interno di un canovaccio bianco pulito e legalo a mò di arrosto con uno spago.
Aggiungi al brodo di verdure abbondante sale e salsa di soia, poi inserisci il rollè e lascialo cuocere per 90 minuti a fuoco medio.
Quando sarà cotto, lascia raffreddare il rollè nel suo stesso brodo.

A questo punto il tuo rollè è cotto e pronto da servire, ma puoi renderlo ancora più appetitoso se lo farai rosolare in padella, intero o a fette, oppure se lo cuocerai brasato o arrosto, in forno con delle patate.

Buon appetito!

Consigli:

– Il rollè si conserva in frigo nel suo brodo per 3/4 giorni.
– Puoi variare le farine di legumi per ottenere nuovi risultati: prova con la farina di fagioli, piselli o inserendo la purea di verdura cotta nell’impasto.
– All’interno del rollè puoi inserire anche del formaggio vegetale per renderlo ancora più goloso!
– Più verdura inserirai nella farcia, più il rollè sarà saporito.
– Per la cottura nel brodo, è consigliabile utilizzare un canovaccio bianco da destinare alla cottura del seitan e da lavare in acqua e aceto, senza l’utilizzo di detersivi.
– Un’idea furba? Fai brasare il rollè in forno con un trito di verdure e sfumando con vino e brodo. Passa le verdure al minipimer per ottenere una crema e servila sulle fette calde.

Ti è piaciuto?

Quest’anno si dice che l’agnello non vada più di moda…prova il rollè di Pasqua e non tornerai più indietro! Fammi sapere cosa ne pensi con un commento!
Se ti piacciono queste ricette, iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato e condividile con i tuoi amici con i pulsanti qui sotto!

You may also like

Karmaveg approda su Crudo Style
Fagottini salati di pasta brisè vegan con cime di rapa e crema di cannellini piccante
Fagottini salati di pasta brisè con crema piccante di cannellini
Torta al mandarino cinese vegan, torta senza uova e senza burro soffice
Torta al mandarino cinese (senza uova e senza burro)
Riso pilaf speziato con nergi vegan
Riso pilaf speziato con nergi

3 Responses

  1. Pingback : Colomba vegan alle albicocche — karmaveg.it

Leave a Reply