15
Gen
2015
6
Flan vegano di radicchio in crema di zucchine

Flan vegano al radicchio con salsa di zucchine

Nelle sale d’attesa c’è sempre qualche giornale di gossip e almeno uno di cucina, come per insinuare l’idea che anche aspettare può essere interessante. Ho sfogliato un paio di “Sale&pepe”, che sembravano vecchi ricordi salvati da una casa da ripulire e mi è saltata all’occhio una parola: flan. Decisamente anni ’80 come preparazione…carica e gonfia come i capelli che andavano di moda allora. Mi piace!
La mia versione vegana è morbida e delicata. Lo faccio in molte varianti, ma questa è davvero azzeccata perché abbina l’amarognolo del radicchio alla dolcezza della zucchina in una sinergia perfetta.
Il flan vegano è adatto ad un buffet o un’antipasto, se fatto in miniporzioni, ma è anche un ottimo secondo piatto, seguendo queste dosi.

Cosa ti serve?

Ingredienti per 4 flan grandi:

– 250g tofu al naturale
– 1 ceppo di radicchio lungo
– 1 confezione di panna di soia
– 3 cucchiai fecola di patate
– 1 zucchina grande
– 2 spicchi d’aglio
– sale q.b.
– pepe q.b.
– olio evo q.b.

Attrezzatura:

– 1 mixer con bicchiere
– 4 pirottini alluminio o silicone

Preparazione

Fai appassire in olio caldo il radicchio, ben lavato e tagliato in piccoli pezzi, con l’aggiunta di uno spicchio d’aglio e di una presa di sale.

Inserisci nel bicchiere del frullatore il tofu tagliato a dadini, il radicchio (abbi cura di eliminare l’aglio prima!), un paio di cucchiai di panna di soia, la fecola, sale e pepe e miscela il tutto. Se lo desideri, puoi lasciare dei pezzi di radicchio non frullati, che daranno vigore allo sformato.

Ora inserisci il composto nei pirottini precedentemente oliati ed informa per 30 minuti a 180°.

Mentre attendi che i flan cuociano, prepara la salsa. Fai ammorbidire la zucchina, lavata e tagliata a piccoli pezzi, in una padella con poco olio.
Ora frullala con circa 100ml di panna (o in base al tuo gusto), sale ed una puntina di aglio.

A cottura ultimata, impiatta con la salsa tiepida sul fondo e lo sformato caldo sopra.

Bon appetit!

PS. Probabilmente avrete avanzato della panna, ma non disperate: la panna non va mai buttata!! 🙂

Consigli

Il flan ha una consistenza morbida e avvolgente. Per questo consiglio di servirlo con qualcosa di fresco, come una bella insalata di spinaci novelli e noci, e accompagnarlo con qualcosa di croccante, che dia contrasto, come dei cracker rustici fatti in casa. Presto le ricette di tutto!

* Se sei celiaco utilizza solo prodotti con il marchio Spiga Barrata che accerta l’idoneità al consumo da parte dei celiaci.

Ti è piaciuto?

Che ne dici di questo flan di radicchio?
Se ti è piaciuto, condividi la ricetta con i tuoi amici utilizzando i pulsanti qui sotto oppure lascia un commento e dimmi cosa ne pensi!

You may also like

Karmaveg approda su Crudo Style
Fagottini salati di pasta brisè vegan con cime di rapa e crema di cannellini piccante
Fagottini salati di pasta brisè con crema piccante di cannellini
Torta al mandarino cinese vegan, torta senza uova e senza burro soffice
Torta al mandarino cinese (senza uova e senza burro)
Riso pilaf speziato con nergi vegan
Riso pilaf speziato con nergi

6 Responses

  1. Pingback : Crocchette di zucchine al forno — karmaveg.it

  2. Pingback : Mini cheesecake salata — karmaveg.it

  3. paoeltta

    Ciao, io non sono vegana, mi piace molto la tua ricetta e pensavo di usare ricotta al posto del tofu. Va bene, vero? Poi ti chiedo anche se al posto della panna di soia, posso usare il latte, non vorrei usare panna. Ti ringrazio tanto, ciao paoeltta

    1. Ciao Paoletta! Temo che la ricotta sia troppo morbida rispetto al tofu e non credo si compatterebbe allo stesso modo…puoi provare ad aumentare la fecola, ma non esagerare altrimenti potrebbe alterare troppo il risultato. La panna in questo caso è usata in parte per ammorbidire la consistenza del composto e perchè non ci sono altri grassi e serve ad arrotondare il sapore, ma se utilizzi la ricotta non è necessario nemmeno il latte. 🙂
      Fammi sapere come viene! Un abbraccio

Leave a Reply