23
Mar
2016
3
colomba vegan fatta in casa

Colomba vegan alle albicocche

Non prendiamoci in giro: i dolci tradizionali senza uova sono molto difficili da riprodurre, a volte persino impossibili!
Vale lo stesso discorso per tanti piatti salati a base di carne o pesce, ma trovo che i dolci siano particolarmente ostici per chi decide di cambiare alimentazione specialmente per la mancanza dell’uovo.
Ci sono moltissimi dolci ben riusciti che amo e che non contengono alcun ingrediente animale, ma spesso si tratta di quelli che nascono vegani all’origine.

Dico questo perchè sto per descriverti come ho fatto la mia colomba vegan, ma voglio anche dirti che non si tratta della colomba classica, ti mentirei.

Questa colomba vegan è un dolce innanzitutto molto più veloce rispetto alla versione tradizionale, pensato proprio per chi vuole cimentarsi in un dolce casalingo senza troppi problemi.
La colomba classica è molto complessa ed ha una preparazione di oltre 24 ore, un tempo che personalmente non ho praticamente mai a disposizione.
Così ho pensato di realizzare una colomba veloce, con solo 6 ore di lievitazione e che è risultata molto buona, seppur non identica all’originale.
È un dolce vegan molto soffice e delicato. Bisogna prestare un po’ di attenzione alla lievitazione, ma non è affatto difficile.

Ogni anno provo a realizzare una colomba vegana e prima d’ora non avevo mai trovato qualcosa che mi soddisfacesse. Avevo provato con alcune ricette trovate in rete che comprendevano molti passaggi, lievitazioni lunghissime, ma inevitabilmente gli impasti collassavano ed il risultato era immangiabile.
Questa versione della colomba vegan, invece, è un buon compromesso tra praticità e gusto.

Siccome non amo i canditi l’ho realizzata con le albicocche secche, che donano dolcezza ed umidità alla colomba.
Perchè tutti possano riprodurla in casa, ho deciso di utilizzare del lievito di birra al posto del mio adorato lievito madre, ma per chi lo utilizza è decisamente consigliato quest’ultimo.
Unica accortezza riguarda la forza del lievito madre: rinfrescalo ogni giorno per tutta la settimana precedente e l’ultimo giorno procedi a rinfrescarlo 3 volte a distanza di 3/4 ore.

Questa colomba vegan è ottima se accompagnata con una crema chantilly aromatizzata al rum, quasi fosse una crema al mascarpone.
Sotto ti indico le dosi, che puoi sfruttare anche come ottima base per un dolce al cucchiaio simil-tiramisù, se dovesse avanzare della colomba.

Spero di riuscire a postare ancora un’ultima ricetta prima di Pasqua, perchè avevo preparato delle lasagnette aperte che erano proprio buone buone da fare domenica…!
E tu cosa preparerai a Pasqua?

Ti mando un grosso abbraccio

colomba vegan fatta in casa

Cosa ti serve?

Ingredienti per uno stampo da 500g:

Per il lievitino:
– 100g manitoba
– 100g acqua tiepida
– 1 cucchiaino di zucchero di canna
– 7g lievito di birra fresco

Per l’impasto principale:
– 240g farina manitoba
– 100g farina tipo 1
– 35g fecola di patate
– 100g zucchero di canna
– 100/110g acqua tiepida
– 70g burro vegetale (io cocco)
– 150g albicocche secche
– scorza 1 arancia bio
– 10g lievito di birra
– vaniglia
– 1 presa di sale

Per la copertura:
– 60g acqua
– 45g zucchero di canna
– 10g amido di mais
– 15g nocciole
– 15g mandorle
– 8g farina fioretto
– mandorle per decorare

Leggi anche: Rollè di Pasqua

colomba vegan fatta in casa

Preparazione

Prepariamo il lievitino come prima cosa.
Fai sciogliere il lievito nell’acqua tiepida, aggiungi lo zucchero e la farina, quindi inizia a mescolare fino ad ottenere una pastella omogenea e collosa.
Lasciala lievitare in una ciotola coperta da pellicola, riposta nel forno spento con la luce accesa per un paio d’ore almeno. L’impasto dovrà raddoppiare e riempirsi di bolle.

L’impasto principale della colomba vegan si preparerà a ridosso della scadenza del tempo di lievitazione del lievitino.
Fai sciogliere in acqua tiepida il lievito di birra ed inizia a preparare le albicocche: tagliale a dadini di circa 1cm per lato.
Intanto metti il burro nella planetaria e montalo con lo zucchero per 5 minuti.
Ora aggiungi tutti gli ingredienti necessari, compreso il lievitino, aziona la planetaria e lasciala andare finchè l’impasto non sarà perfettamente incordato. Ci vorranno una decina di minuti.
Lavora l’impasto per ottenere una forma sferica, riponilo in una ciotola coperta da pellicola trasparente e lascialo lievitare nel forno spento con la luce accesa per circa 3 ore o fino al raddoppio dell’impasto.

A questo punto, stampo alla mano, versa l’impasto su una spianatoia, aiutandoti con poca farina se serve, e ricava 3 filoncini: uno più grande che sarà il corpo della colomba, e due più piccoli che saranno le ali.
Lavora poco l’impasto in questa fase e adagialo nello stampo. L’impasto dovrà coprire la metà dell’altezza dello stampo.
Anche questa volta riponi nel forno spento e lascia raddoppiare il volume, ci vorranno circa 2 ore.

Nel frattempo prepara la glassa in questo modo: in un pentolino sciogli lo zucchero nell’acqua e aggiungi della maizena. Porta a bollore in modo che si addensi e aggiungi a piacere della vaniglia o una scorzetta di arancia (da eliminare prima di versare la glassa sulla colomba).
Trita in farina le mandorle e le nocciole e crea un mix con la farina fioretto.

Quando la colomba sarà lievitata versa sulla superficie abbondante glassa e cospargi con il mix farinoso che hai ottenuto.
Aggiungi a decorazione qualche mandorla ed inforna a 180° per 25 minuti.

Per la crema fai bollire 500ml di latte vegetale con qualche scorza di limone o arancia.
Aggiungi 2 cucchiai di zucchero, della vaniglia e porta quasi a bollore, poi aggiungi 20g di amido di mais e 20g di farina facendo attenzione a non creare grumi. Mescola molto bene o aiutati con una frusta.
Se vuoi dare un po’ di colore aggiungi anche poca curcuma. Fai bollire un paio di minuti, spegni il fuoco ed elimina le scorze.
Quando la crema sarà fredda aggiungi 3 cucchiai di panna montata vegetale ed un cucchiaio di rum.

Servi la colomba con un po’ di crema e della granella di mandorle o nocciole.

Consigli:

– Utilizza una buona farina di forza, come la manitoba, che reggerà e agevolerà la lievitazione. La seconda farina che userai, invece, dovrà essere in proporzione inferiore per non appesantire l’impasto della colomba vegan.
– Se utilizzi il lievito madre ne serviranno 30g per il lievitino e 110g per l’impasto principale.
– Ricordati di comprare agrumi non trattati quando ne utilizzi la scorza.
– Aggiungi la frutta candita che ami di più. Nella colomba tradizionale si utilizza arancia, limone e uvetta.
– Non lesinare con la glassa!
– Se puoi, quando sforni la colomba sarebbe ideale appenderla a testa in giù per non far collassare la parte centrale.
– La colomba vegan si conserva non oltre i 4 giorni in una busta di carta chiusa.
– Se ti rimangono degli avanzi di colomba utilizzali per farne un dolce al cucchiaio coperto di crema.

Ti è piaciuto?

Ti auguro un buonissima Pasqua…buona come questa colomba vegan! Se la provi, fammi sapere cosa ne pensi con un commento.
Se ti piacciono queste ricette, iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato e condividile con i tuoi amici con i pulsanti qui sotto.

You may also like

Karmaveg approda su Crudo Style
Fagottini salati di pasta brisè vegan con cime di rapa e crema di cannellini piccante
Fagottini salati di pasta brisè con crema piccante di cannellini
Torta al mandarino cinese vegan, torta senza uova e senza burro soffice
Torta al mandarino cinese (senza uova e senza burro)
Riso pilaf speziato con nergi vegan
Riso pilaf speziato con nergi

2 Responses

  1. Meravigliosa questa colomba, anche io la preparo ormai da anni in versione vegan e questa aggiunta delle albicocche mi intriga assai! La tengo a mente per l’anno prossimo 😉 Buona Pasqua 🙂

    1. Grazie Alice!! 🙂 La colomba vegan fatta in casa è proprio una bella scoperta, mi sa che non la lascio più nemmeno io!
      Poi per me le albicocche sono speciali…devi provarla! Buona Pasqua anche a te, un bacione

Leave a Reply