2
Feb
2016
2
10 cose da sapere sui broccoli, curiosità, proprietà

10 cose da sapere sui broccoli

I broccoli, gli ortaggi più temuti da ogni bambino…chissà perchè poi?
Troppo spesso si impara ad apprezzarli solo da grandi, ma chi li ama non li molla più! 🙂
Se stai cercando di farteli stare più simpatici questo articolo fa per te. Scopriamo qualcosa di più su di loro!

1 – Il broccolo fa parte della stessa famiglia dei cavoli e del cavolfiore, le crucifere. Si riconosce per le sue cime a forma di alberello di un bel verde intenso. Interessante scoprire che la parte commestibile è l’infiorescenza della pianta non ancora matura.

2 – Il periodo ideale per consumare i broccoli è la stagione fredda. Da settembre a marzo, infatti, si possono raccogliere negli orti, ma come dice il detto popolare “prediche e broccoli non sono più buoni dopo Pasqua“!

3 – Ma perchè ha un odore così forte? Forse è proprio l’odore che si sprigiona in cottura che lo rende sgradevole ai i bambini. Questa caratteristica è dovuta allo zolfo che i broccoli contengono in discrete quantità. Come evitarlo? Semplice: cuocili a vapore o spremi un limone nell’acqua di cottura.

4 – Il broccolo, anticancerogeno naturale.
I broccoli sono ricchissimi di sostanze benefiche per il nostro corpo. Oltre a contenere importanti quantità di vitamina C, ferro, fosforo e magnesio, contengono sulforafano, una sostanza in grado di prevenire la crescita di cellule cancerogene, protettiva in particolare contro i tumori intestinali, polmonari e del seno.

5 – Tra le numerose proprietà benefiche dei broccoli, se ne consiglia il consumo per l’alto potere antiossidante e per la capacità di rafforzare le difese immunitarie. Spesso vengono suggeriti per combattere gastriti ed ulcere provocate dall’Helicobacter pylori, un batterio molto resistente che colonizza la mucosa gastrica. Inoltre ha una bassissima densità calorica, compresa tra le 20 e le 30 calorie per 100g.

10 cose da sapere sui broccoli, curiosità, proprietà

6 – Come scegliere i broccoli migliori? Innanzitutto acquistali solo quando sono di stagione. Devono avere infiorescenze compatte, sode, di colore vivo e intenso, senza ammaccature o parti ingiallite. Le foglie devono essere consistenti, carnose e rompersi con suono secco.

7 – Come conservarli? Puoi conservare i broccoli in frigorifero per 4 o 5 giorni, oppure congelarli dopo averli sbollentati per pochissimi minuti e scolati dall’acqua in eccesso. Per pulirli, invece, basta eliminare le foglie e staccare le cime dal gambo.

8 – Del broccolo non si butta via proprio nulla! Con il gambo puoi fare 1000 preparazioni, tra cui pesto, polpette, brodo vegetale, spadellata con altre verdure o meglio ancora, una bella insalata cruda. Il gambo del broccolo è infatti ricchissimo di sostanze benefiche, molto più di quanto non lo siano le cime.

9 – Una curiosità: anche nella simbologia il broccolo ha una sua valenza specifica. Sognare dei broccoli di un bel verde intenso può indicare il bisogno di riprendere contatto con la natura e le cose semplici della vita. Se vuoi tentare la fortuna, invece, la Smorfia associa ai broccoli il numero 70.

10 – Come cucinarli? Regola numero 1 di ogni ortaggio riguarda la cottura: meno subiscono shock termici e più manterranno intatte le proprietà nutritive e organolettiche.
Detto ciò, sbizzarrisciti con i broccoli alla piastra, al vapore, in padella con altre verdure di stagione, oppure crea dei condimenti per la pasta o i cereali, come ho fatto nel farro con il pesto di broccoli. Buonissime le torte salate, le polpette e le vellutate!

Ricette con i broccoli

You may also like

frittata ripiena con verdure invernali e salsa equilibrio vegan
(Fari) Frittata ripiena con salsa equilibrio
focaccia con lievito madre, broccoli, porri, noci e formaggio vegan
Focaccia con lievito madre, broccoli, porri e noci
insalata di quinoa e bulgur autunnale vegan
Insalata di quinoa e bulgur autunnale
noodles con verdure autunnali, germogli e bocconcini di soia alla salsa tamari vegan
Noodles con verdure, germogli e bocconcini di soia

2 Responses

Leave a Reply